CEVO Raduno al Plà Lonc

Data / Ora
11/09/2016
0:00


Raduno commemorativo della Resistenza al Plà Lonc di Cevo

ORGANIZZAZIONE
ANPI Valsaviore

LA COMMEMORAZIONE

Dal 2011 l’ANPI Valsaviore ogni anno, la prima domenica di settembre, organizza un ritrovo commemorativo al Plà Lonc per ricordare il raduno del 1944, alla presenza dei partigiani e dei testimoni degli avvenimenti che caratterizzarono la Resistenza.

Dopo lo scontro avvenuto in seguito all’incendio del paese di Cevo da parte dei nazifascisti il 3 luglio 1944, l’amministrazione del paese fu affidata a una giunta in contatto con il Comando partigiano, che la Prefettura fascista fu costretta a subire, mentre il 20 luglio la Delegazione per la Lombardia del Comando Generale delle Brigate Garibaldi si complimentò per la resistenza opposta, assegnando alla Brigata il n. 54; la notizia fu comunicata ufficialmente il 3 settembre del 1944 in località Plà Lonc, sopra Cevo, in occasione del grande raduno organizzato per condividere con la popolazione civile le scelte da compiere e dal quale l’unità e la volontà popolare di proseguire la lotta uscirono rafforzate.

Al raduno del 3 settembre – come scrive molto efficacemente Wilma Boghetta nel suo libro “La Valsaviore nella Resistenza” – partecipò “tutto un popolo e, si può dire, quella che voleva essere la patria dell’imminente domani”. Tra i tanti presenti vi era anche il Vice comandante della brigata Bigio Romelli, con la moglie e la figlia Rosy, la più giovane partigiana combattente d’Italia, la cui storia ci offre lo spunto per toccare il tema del contributo femminile alla Resistenza, prendendo parte alla quale le donne sono state impegnate in una duplice lotta: non solo quella – che hanno condiviso con gli uomini – per liberare il nostro Paese dal nazifascismo, ma anche quella per liberare se stesse dalla cultura patriarcale dominante, fino alla conquista del diritto di voto e all’elezione di 21 donne all’interno dell’Assemblea Costituente.

 

Locandi Pla Lonc 2016 1 Locandi Pla Lonc 2016 2