Berzo, parrocchiale di Sant’Eusebio

La chiesa parrocchiale dedicata a Sant’Eusebio vescovo di Vercelli è stata edificata nel XVII secolo per decreto di San Carlo Borromeo, venuto in visita in Valcamonica nel 1580 e sorge sopra i resti di una più antica chiesa trecentesca. La facciata è in stile barocco con il portale risalente alla fine del XVII secolo (1691) ed è in pietra grigia di Sarnico.

L’interno ha un alto valore artistico grazie alle opere realizzate dallo scultore Pietro Ramus e dalla sua scuola. Di elevato prestigio è l’altare maggiore, un vero capolavoro d’intaglio ligneo. Al primo impatto sorprende per l’architettura dell’insieme, che appare grandioso rispetto alla chiesa; poi l’attenzione passa alle numerose statue, grandi e piccole, di ottima fattura e sapientemente disposte, agli ornamenti e alle decorazioni, ai colori e allo splendore dell’oro. L’ancona dell’altare è composta da due ordini architettonici sovrapposti: in quello inferiore, tra due coppie di colonne finemente elaborate, si apre un’ampia nicchia che accoglie la statua di S. Eusebio vescovo (patrono del paese).

Questo slideshow richiede JavaScript.